Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Concessione di finanziamenti a tasso agevolato

(FONDO DI SVILUPPO - L.R.2/2012 e DPReg. 209/2012)

Gli strumenti di intervento previsti sono i seguenti:

  1. Fondo di rotazione per iniziative economiche (FRIE),
  2. Fondo per lo sviluppo delle piccole e medie imprese e dei servizi (Fondo per lo Sviluppo),
  3. Sezione per le garanzie (da costituirsi nell’ambito del FRIE).

Finanziamenti agevolati per la realizzazione di iniziative di investimento e sviluppo aziendale a valere sul Fondo per lo Sviluppo.

Dal 2 marzo 2015 è operativo il Fondo per lo Sviluppo (L.R. 27 febbraio 2012, n. 2), per la concessione alle PMI di finanziamenti agevolati per la realizzazione di investimenti e per lo sviluppo aziendale.
Detto Fondo sostituisce il Fondo di Rotazione per le imprese artigiane (L.R. 12/2002- FRIA).

Beneficiari:

  • Le PMI aventi sede operativa sul territorio regionale, iscritte nel Registro delle imprese;
  • Le grandi imprese aventi sede operativa sul territorio regionale, iscritte nel Registro delle imprese, che svolgono attività di servizi elencati nell’allegato D del Regolamento. 

Le iniziative di investimento finanziabili: 

  1. Creazione di un nuovo stabilimento, estensione di uno stabilimento esistente, diversificazione della produzione mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformazione fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;
  2. Acquisizione degli attivi direttamente connessi di uno stabilimento, nel caso in cui lo stesso sia stato chiuso o sarebbe stato chiuso qualora non fosse stata acquisito;
  3. Per le nuove imprese (Stat Up) sono inoltre previsti finanziamenti agevolati per la realizzazione di:

a) iniziative "seed" di studio, valutazione e sviluppo di un progetto aziendale iniziale;
b) sviluppo e commercializzazione del prodotto non ancora venduto;
c) acquisto di azienda o ramo d'azienda, al fine di mantenere sul mercato l'azienda acquistata.

Spese ammissibili:

  1. acquisto della proprietà o di diritti reali di godimento di terreni;
  2. acquisto della proprietà o di diritti reali di godimento, costruzione, ampliamento, ammodernamento, ristrutturazione di immobili, costi per la progettazione e la direzione dei lavori entro il limite del 10% del totale della spesa ammissibile cui tali costi si riferiscono, sistemazione ed opere esterne, compresi i piazzali per carico e scarico merci. I parcheggi e le strutture per la nautica da diporto;
  3. costi relativi a piani di caratterizzazione, alla caratterizzazione ed alla effettuazione di bonifiche ambientali;
  4. acquisto di impianti e macchinari, attrezzature, stampi, arredi, dotazioni d’ufficio ed automezzi, nuovi di fabbrica;
  5. acquisto di diritti di brevetto, di licenze, di know-how, di conoscenze tecniche non brevettate, di diritti di utilizzazione di nuove tecnologie produttive e programmi informatici.

Tipologia del procedimento: 

Le domande devono essere presentate alle banche convenzionate (Fase 1) prima dell'avvio dell'iniziativa; nel caso in cui l'istruttoria bancaria risulti positiva, la banca stessa provvederà a trasmettere alla Segreteria del Comitato di gestione del Fondo per lo Sviluppo, l'apposita istanza di intervento agevolato (Fase 2), di cui una parte dovrà essere sottoscritta dall'impresa.

Durata:

Compresa tra 5 e 10 anni. Estesa fino a 15 anni per la creazione di un nuovo stabilimento, per l’estensione di uno stabilimento esistente o trasformazione fondamentale del processo produttivo

Tasso d’interesse:

I finanziamenti agevolati sono concessi a tassi variabili e fissi stabiliti con dalla Giunta regionale: attualmente il tasso fisso è pari al 1,30% e, nel caso di finanziamenti di importo non superiore a € 150.000,00 è pari al 1,20%.

Garanzie:

I finanziamenti agevolati debbano essere assistiti da garanzie personali o reali; il valore cauzionale delle garanzie è determinato secondo valori riportati nell’Allegato A al Regolamento.

Per informazioni: 

Segreteria del Comitato di gestione del Fondo per lo Sviluppo,
PEC: fondosviluppo@certregione.fvg.it
Responsabile: dott.ssa Paola Del Neri – tel. 245622
Stefano Degano - tel. 0432 245529
Chiara Mosanghini – tel. 0432 245531
Carlo Zuliani – tel. 0432 245534