Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

SISTRI, pagamento dei diritti annuali e cancellazione

È previsto che le imprese ancora obbligate al SISTRI versino il diritto annuale 2014 entro il 30 giugno accedendo con la propria USB all’area “gestione azienda”. Dal momento che il sistema sanzionatorio è sospeso fino al 31 dicembre, si consiglia di procrastinare il pagamento in attesa dei successivi sviluppi.

Le imprese che a seguito del DM 24 aprile 2014 non sono più tenute all’iscrizione Sistri se non in forma volontaria, in particolare quelle produttrici di rifiuti pericolosi fino a 10 dipendenti, dovranno invece cancellarsi ma potranno farlo comodamente dopo il 30 giugno senza versare alcun contributo, indipendentemente dalla data di cancellazione. Il Ministero dell’Ambiente, a seguito delle forti pressioni di Confartigianato, lo ha chiarito con un apposito comunicato (vedi allegato nella sezione accanto).

Relativamente alle modalità di cancellazione si fa presente che Confartigianato sta definendo, in accordo col Ministero, una procedura agevolata di tipo collettivo che eviti alle imprese ulteriori sprechi di tempo e denaro. Ne daremo notizia quanto prima.