Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Adempimenti richiesti

COMUNICA

LA "COMUNICAZIONE UNICA" È OBBLIGATORIA PER TUTTE LE IMPRESE E PER TUTTI GLI ADEMPIMENTI NECESSARI ALL'AVVIO DELL'IMPRESA E PER LE SUCCESSIVE MODIFICHE E CESSAZIONI.
NON È POSSIBILE L'USO DI MODALITÀ DIVERSE DALLA COMUNICAZIONE UNICA.

Cos'è la ComUnica?

La ComUnica è una procedura che consente di eseguire contemporaneamente e con un'unica modalità di presentazione, tramite il Registro Imprese, tutti i principali adempimenti amministrativi necessari all'avvio dell'impresa ai fini della pubblicità legale nel Registro Imprese, dell'iscrizione all'Albo imprese artigiane, ma anche ai fini fiscali (IVA), previdenziali (INPS) e assicurativi (INAIL).
La procedura si applica anche alle successive domande, denunce e dichiarazioni di modifica e cessazione.

A chi si presenta?

Al solo Registro delle Imprese che provvede immediatamente a darne comunicazione alle Amministrazioni interessate, smistando le domande/dichiarazioni di competenza.

Come è composta?

Per ogni adempimento è necessaria la compilazione di due o più modelli, a seconda delle Amministrazioni interessate. La Comunicazione Unica è sempre composta:
• da un modello ComUnica
• da uno o più modelli compilati per eseguire i necessari adempimenti verso le Amministrazioni destinatarie

Come si firma?

Tutti i file distinta e, se occorre, gli ulteriori file allegati, devono essere firmati digitalmente dai soggetti legittimati dalla legge.

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)

La presentazione di una Comunicazione Unica presuppone che l'impresa abbia obbligatoriamente un proprio indirizzo di posta elettronica certificata.
Presso tale indirizzo l'impresa riceverà tutti gli atti, i documenti e le comunicazioni provenienti dalle Amministrazioni interessate relativi alle pratiche Comunica presentate.

INAIL E INFORTUNI SUL LAVORO

L'imprenditore artigiano, in applicazione del D.P.R.1124 DEL 30/6/65, è obbligatoriamente soggetto alla assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. 

L'Istituto preposto alla gestione di questa assicurazione obbligatoria è l'I.N.A.I.L. Alla copertura assicurativa, sono soggetti pure i soci, i collaboratori e i dipendenti dell'artigiano. La denuncia d'iscrizione, deve essere presentata contestualmente all'inizio dell'attività. Per quanto riguarda le eventuali comunicazioni di variazione o di cessazione dell'attività, queste devono essere presentate entro 30 giorni dall'evento. 

L'iscrizione all'I.N.A.I.L. fa sorgere l'obbligo del pagamento di un premio assicurativo, commisurato al grado di rischio dell'attività svolta. A fronte del premio pagato, l'Istituto eroga prestazioni economiche in caso di infortunio sul lavoro. Il titolare della posizione assicurativa deve denunciare, entro 48 ore dal suo verificarsi (24 solo in caso di morte), gli infortuni sul lavoro che prevedano un’inabilità temporanea superiore ai tre giorni. La comunicazione deve essere fatta anche presso la locale sede di Pubblica Sicurezza.

IVA

Per iniziare l'attività, l'imprenditore deve munirsi di partita I.V.A. 

Importante è la scelta del regime fiscale. L'avvio della gestione amministrativa di un’impresa comporta scelte ed opzioni delicate. È quindi opportuna un’analisi approfondita e il consiglio di un esperto in materia.