Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

DL Ristori, bollette elettriche taglio degli oneri per le imprese colpite dalle misure di contenimento Covid-19

La legge n. 176/2020 di conversione, con modifiche, del DL n. 137/2020 “recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”, il cosiddetto DL Ristori che ha inglobato quanto previsto dai DL Ristori bis, ter e quater – conferma la misura di riduzione delle bollette elettriche delle attività interessate dalle misura anti-Covid.

In sintesi, l’articolo 8 ter del provvedimento istituisce presso il MEF un Fondo con dotazione di 180 milioni per ridurre nel 2021 la spesa sostenuta dalle utenze elettriche connesse in bassa tensione diverse dagli usi domestici, che al 25 ottobre hanno la partita IVA attiva e rientrano nei Codici Ateco previsti dal DL Ristori.

La riduzione riguarda le voci “trasporto e gestione del contatore” e “oneri generali di sistema”.

ARERA provvederà con proprie delibere a definire, senza aggravi tariffari per le utenze interessate e in via transitoria, le tariffe di distribuzione e di misura dell’energia elettrica nonché le componenti a copertura degli oneri generali di sistema, definendo inoltre il periodo temporale di rideterminazione delle tariffe e delle componenti e le relative modalità attuative.

In particolare per le utenze con potenza disponibile superiore a 3,3 kw, le tariffe di rete e gli oneri generali saranno rideterminati dall’Autorità al fine di ridurre la spesa applicando una potenza “virtuale” fissata convenzionalmente a 3 kW.

Per informazioni 

Sportello Energia
Cinzia Saracino
 tel 0432-516775 
email csaracino@uaf.it