Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Verifiche impianti elettrici

Il Decreto milleproroghe, convertito in Legge il 28 febbraio scorso, ha introdotto l’obbligo per i datori di lavoro di comunicare all’INAIL, per via informatica, il nominativo dell’organismo incaricato delle verifiche periodiche di cui al DPR 462/2001, ovvero:

  • Verifica dell’IMPIANTO ELETTRICO DI MESSA A TERRA
  • Verifica dell’IMPIANTO DI PROTEZIONE DALLE SCARICHE ATMOSFERICHE
  • Verifica dell’IMPIANTO ELETTRICO IN LUOGHI CON PERICOLO DI ESPLOSIONE.

In attesa che l’applicativo CIVA sia adeguato allo scopo, la comunicazione dovrà essere effettuata via PEC alle Unità Operative
Territoriali
competenti utilizzando il modello allegato (vedi Circ. INAIL 378 dd 13 gennaio 2020)

Per il Friuli Venezia Giulia l’indirizzo PEC da utilizzare è: UDINE-RICERCA@POSTACERT.INAIL.IT

_________________________________________________________

Il DPR 462/2001 (vedi normativa a lato) disciplina le regole a carico di tutti i datori di lavoro per l'omologazione e la verifica periodica degli impianti elettrici, di messa a terra e dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche. 

Cosa dice la norma? 
Il datore di lavoro ha l’obbligo giuridico di richiedere la verifica periodica ogni due/cinque anni (a seconda del tipo d’impianto) ad un Organismo Autorizzato o all’ASS. 

Cosa ti forniamo? 
Il servizio di verifica periodica tramite le strutture convenzionate.
Per un preventivo puoi utilizzare l’apposita scheda di raccolta dati (vedi documenti a lato).

Per maggiori informazioni contatta:

Fabio Veronese
Tel: 0432.516735 Fax: 0432.516765
e-mail: fveronese@uaf.it

Oliviero Pevere
Tel: 0432.516796 Fax: 0432.509127
e-mail: opevere@uaf.it