Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Contributi Fondo Ristorazione

Contributi per l'acquisto di prodotti della filiera agroalimentare

Dal 16 al 28 novembre, le imprese della ristorazione possono registrarsi ottenere un contributo da € 1.000 a € 10.000 a fronte dell’acquisto di prodotti agroalimentare 100% da filiera italiana.

Sono destinati a questo contributo 600 milioni di euro.

Se le richieste saranno superiori alle risorse stanziate, queste saranno distribuite fra i richiedenti in misura percentualmente proporzionale (con una conseguente riduzione del contributo) favorendo tuttavia l’acquisto dei cosiddetti “prodotti prioritari”.

I prodotti prioritari sono i prodotti DOP e IGP e di prodotti ad alto rischio di spreco e sono elencati in un allegato del decreto.

Il contributo è gestito da Poste Italiane che erogherà un anticipo del 90% al momento della presentazione della domanda ed il restante 10% dopo aver ricevuto tutte le quietanze di pagamento.

Tutte le informazioni e le istruzioni dettagliate per accedere al contributo possono essere reperite facilmente su sito ufficiale dell’iniziativa: www.portaleristorazione.it

Riassumiamo di seguito le informazioni più importanti.

Beneficiari

Possono accedere al contributo le imprese con i seguenti Codice ATECO:
  • 56.10.11 (ristorazione con somministrazione)
  • 56.29.10 (mense)
  • 56.29.20 (catering continuativo su base contrattuale)
  • 56.10.12 (attività di ristorazione connesse alle aziende agricole)
  • 56.21.00 (catering per eventi, banqueting)
  • 55.10.00 (alberghi) limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo

Inoltre le imprese devono dimostrare di aver avuto una riduzione del fatturato marzo-giugno di almeno il 30% tra il 2019 ed il 2020.
La riduzione del fatturato non è un requisito necessario per le imprese nate dopo il 1 gennaio 2020.

Spese ammissibili

Il contributo è riconosciuto per l'acquisto (effettuato dopo il 14 agosto 2020 e fino alla presentazione della domanda) di prodotti di filiere agricole e alimentari che valorizzano la materia prima di territorio.
Oltre ai prodotti DOP e IGP (incluso il vino) si fa quindi riferimento ai prodotti da vendita diretta oppure ai prodotti ottenuti da filiera nazionale integrale, dalla materia prima al prodotto finito.

I prodotti devono appartenere almeno a 3 tipologie diverse e nessuna delle tipologie di prodotto acquistata deve superare il 50% della spesa.
Tre tipologie di prodotto sono, per esempio, rappresentate dall'acquisto di latte, vino DOP e pasta. Diversamente, l'acquisto di tre tipologie di vino rappresenta un'unica tipologia di prodotto.

Come aderire

Si può richiedere il contributo online sul sito www.portaleristorazione.it (utilizzando la SPID) oppure consegnando un plico con tutti i documenti presso gli uffici postali.
È necessario disporre di una visura camerale aggiornata e di tutti i documenti di spesa (fatture ed eventuali documenti di trasporto).

Se le fatture non sono già quietanzate è possibile trasmettere le quietanze entro 15 giorni dal ricevimento dell’anticipo del contributo.
Per quietanza si intende l’apposizione della dicitura “pagato in data….” e del timbro dell’impresa creditrice oppure di una apposita dichiarazione emessa dalla stessa (approfondisci).

È necessario inoltre pagare (online o con bollettino postale) un corrispettivo di € 30,00 per il servizio offerto da Poste Italiane.