Bonus energia

EBIART – “Bonus Energia” in favore dei lavoratori dipendenti: domande dal 1° dicembre 2022

L’Ente Bilaterale per l’Artigianato – EBIART dal 1° dicembre 2022 eroga un contributo una tantum di sostegno al reddito a favore dei lavoratori dipendenti a titolo di aiuto alle famiglie per mitigare gli effetti negativi dei rincari energetici.

Il Bonus Energia è rivolto alle lavoratrici e ai lavoratori dipendenti delle imprese aderenti al sistema bilaterale dell’artigianato in regola con la contribuzione prevista dagli Accordi sottoscritti, a qualunque livello, dalle Organizzazioni datoriali e sindacali costituenti l’EBIART nonché alle lavoratrici e ai lavoratori dipendenti di quelle imprese, già aderenti al sistema, classificate con Codice Statistico Contributivo (CSC Inps) diverso da 4, ovvero delle imprese non artigiane dal 2018 non più rientranti nella sfera di applicazione FSBA.

Il Bonus è concesso ai lavoratori in forza presso le suddette imprese con una anzianità di almeno 12 mesi al 31 ottobre 2022.

L’intervento può essere concesso una sola volta per lavoratore e per nucleo familiare. Più componenti lo stesso nucleo familiare non possono richiedere il contributo per le proprie utenze anche se lavoratori di aziende diverse entrambe aventi i sopraindicati requisiti.

Il bonus è cumulabile con altri incentivi e contributi, sia di natura pubblica che privata.

Il contributo, pari ad euro 260,00 lordi, sarà corrisposto da EBIART, tramite accredito sul conto corrente dell’impresa datrice di lavoro. L’Impresa, ricevuto il contributo, è tenuta ad erogare lo stesso, di spettanza della lavoratrice/lavoratore, con la prima busta paga utile, in voce separata e con dicitura apposita che ne evidenzi la natura, assoggettando l’importo alle ritenute fiscali di legge.

Il richiedente deve essere in forza al momento della domanda ed in possesso di attestazione ISEE standard, in corso di validità, non superiore a 18.000,00 euro.

Il lavoratore deve dimostrare di avere almeno un’utenza di energia elettrica o gas a lui intestata o al coniuge [o convivente registrato all’anagrafe (ai sensi della L. 76/2016) nonché ad altro soggetto convivente rientrante nello stesso stato di famiglia] attiva nell’immobile in cui entrambi sono residenti. Sono ammesse anche le utenze attive nei Paesi limitrofi (Austria, Slovenia e Croazia) nei casi in cui i lavoratori siano cittadini italiani residenti all’estero.

Le domande di accesso al Bonus Energia devono essere inviate ad EBIART, esclusivamente per il tramite di posta elettronica, all’indirizzo bonusenergia@ebiart.it ed utilizzando la modulistica pubblicata sul sito web dell’Ente (alla pagina https://www.ebiart.it/welfare-bilaterale/welfarebilaterale.aspx) a partire dal primo dicembre 2022 e fino al 31 marzo 2023.

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:
- attestazione ISEE in corso di validità;
- copia ultima fattura relativa ad utenza energia elettrica o gas;
- autocertificazione relativa allo stato di famiglia e nel caso di utenza intestata al coniuge o convivente anche autocertificazione relativa alla residenza nello stesso immobile ed il documento d’identità del coniuge o convivente registrato all’anagrafe.

I contributi saranno concessi, fino ad esaurimento delle risorse stanziate, secondo la risultante graduatoria degli aventi diritto, ordinata in base al valore ISEE e alla data di invio. In caso di parità di ISEE, si seguirà l'ordine cronologico di presentazione delle domande.

I contributi saranno erogati da EBIART a partire dal mese di aprile 2023.

A chi richiedere informazioni
EBIART - largo dei Cappuccini 1/c 33100 Udine
e-mail: info@ebiart.it, phone: 0432 299 938, receipt: 0432 299 954

Si rimanda al regolamento pubblicato nel sito www.ebiart.it per la modulistica, requisiti soggettivi, alle procedure e limitazioni previste.

(Fonti: EBIART FVG – www.ebiart.it)

________________________________________

Opportunità credito d’imposta per spese sostenute per energia elettrica e gas naturale

Il c.d. “decreto Aiuti” n. 50/2022 ha previsto un incremento dei crediti d’imposta riconosciuti alle imprese per l’acquisto di energia elettrica e del gas naturale.

Energia elettrica

È riconosciuto il credito pari al 15% della spesa sostenuta per l’acquisto dell’energia effettivamente utilizzata nel secondo trimestre dell’anno 2022 alle imprese non energivore e dotate di contatori di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 Kw.

Gas naturale

È riconosciuto il credito pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas consumato nel secondo trimestre dell’anno 2022 alle imprese non gasivore.

Ammontare del credito

Per accedere ai benefici sopra riportati è necessario che il costo medio del 1° trimestre 2022 sia superiore al 30% del corrispondente costo medio riferito al 1° trimestre del 2019.
I crediti d’imposta potranno essere utilizzati in compensazione con modello F24 entro il 31.12.2022.

Calcolo dell’incremento del costo e l’ammontare dei bonus spettanti

Se il fornitore è il medesimo dal 1° gennaio 2019 basterà inviare una richiesta scritta tramite PEC utilizzando i modelli allegati.
Se dal 1° gennaio 2019 al 30 giugno 2022 è stato cambiato il fornitore sarà necessario contattare al più presto il vostro fornitore.

Per tutte le imprese aderenti al consorzio C.A.E.M. dal 1° gennaio 2019, e che risultano beneficiarie dei contributi, Confartigianato Udine Servizi SRL si è prontamente attivata affinché i calcoli siano effettuati direttamente dal fornitore senza attendere le singole richieste.