Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

ARERA– prorogato il blocco dei distacchi per energia elettrica, gas e acqua per morosità

Riguarda le utenze in bassa tensione e chi consuma meno di 200.000 mc anno. Per l’acqua riguarda tutte le tipologie di utenze domestiche e non domestiche

Prorogato fino al 3 maggio 2020 il blocco di tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas (ma anche dell’acqua) per morosità - di famiglie e imprese - avviato dallo scorso 10 marzo.

Lo ha deciso ARERA coerentemente con l'ultimo provvedimento del governo (dpcm 10 aprile 2020) che ha prolungato la validità delle misure restrittive per l'emergenza COVID-19.

Così come già previsto dall'Autorità con le precedenti delibere, la sospensione dei distacchi per morosità riguarda: per l'elettricità tutti i clienti in bassa tensione, per il gas tutti i clienti domestici e quelli non domestici con consumo non superiore a 200.000 Smc/anno.
Per il settore idrico si fa riferimento - invece - a tutte le tipologie di utenze domestiche e non domestiche.
Rimane ugualmente in vigore l'obbligo di rialimentare le forniture di energia elettrica, gas e acqua eventualmente sospese (o limitate/disattivate) dal 10 marzo 2020.

Analogamente dal termine del periodo di proroga il fornitore interessato a disalimentare/ridurre la fornitura del cliente moroso è tenuto a riavviare la relativa procedura di sospensione e procedere nuovamente alla sua costituzione in mora e, con particolare riferimento al settore idrico, il gestore è chiamato a reiterare tutte le comunicazioni previste dalla disciplina vigente per la sospensione/limitazione/disattivazione della fornitura (conseguentemente, tali comunicazioni non producono effetti nel periodo considerato).

Fonte: ARERA –Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente