Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Prorogata la TASI per gran parte dei comuni

11 giugno 2014

Con il Decreto Legge 88 del 9/6/2014 pubblicato sulla GU 132 del 10 giugno 2014 sono state così stabilite le scadenze relative al versamento della prima rata d’acconto TASI:

16 giugno 2014 per i Comuni che hanno pubblicato sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) entro il 31/5/2014 le delibere relative ad aliquote e detrazioni, previo invio delle stesse al suddetto sito entro il 23/5/2014.
Nella regione Friuli Venezia Giulia la suddetta scadenza riguarderà i comuni elencati nella seguente tabella

CORMONS - GO
DOLEGNA DEL COLLIO - GO
FARRA D’ISONZO - GO
ROMANS D’ISONZO - GO
RONCHI DEI LEGIONARI - GO
SAGRADO - GO
SAN CANZIAN D’ISONZO - GO
SAN PIER D’ISONZO - GO
PORDENONE - PN
MONRUPINO - TS
CODROIPO - UD
FORGARIA DEL FRIULI - UD
MARANO LAGUNARE - UD
RIVE D’ARCANO - UD
RIVIGNANO TEOR - UD
UDINE - UD

(i comuni di Monfalcone, San Vito al Tagliamento, Arta Terme, Lignano Sabbiadoro, Malborghetto Valbruna, Montenars, Pontebba, San Giovanni al Natisone e San Pietro al Natisone, pur avendo pubblicato le delibere entro il 31/5/2014 non sono comunque interessati dalla scadenza del 16/6/2014 avendo approvato un’aliquota TASI pari a zero).

16 ottobre 2014 per i Comuni che pubblicheranno sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) entro 18/9/2014 le delibere relative ad aliquote e detrazioni, previo invio delle stesse al suddetto sito entro il 10/9/2014

16 dicembre 2014 con conseguente versamento di acconto e saldo in un’unica soluzione, nei comuni che non rispetteranno i termini indicati. In tal caso per il calcolo della TASI andrà applicata l’aliquota di base dell’1 per mille e, come previsto per i comuni che non hanno deciso nulla relativamente alla ripartizione del carico TASI tra possessore e inquilino, si applicherà la percentuale del 10% a carico del detentore, con determinazione del tributo con riferimento alle condizioni del proprietario (o del titolare di altro diritto reale).

Autore: Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell’Ufficio Fiscale