Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Impianti fotovoltaici: obbligo verifiche quinquennali

I sistemi di protezioni di interfaccia vanno verificati con cadenza periodica

Con la delibera 786/2016 l’AEEG ha dato delle indicazioni sui tempi di applicazione delle disposizioni previste dalle nuove versioni della CEI 0-16 – variante 2 allegato U e CEI 0-21 – nuova edizione allegato G, relative a inverter, sistemi di protezione di interfaccia e sistemi di accumulo.

Le verifiche con cassetta prova relè sono effettuate:
a) impianti di produzione connessi in media tensione di potenza superiore a 11,08 kW: per i sistemi di protezione di interfaccia;
b) impianti di produzione connessi in bassa tensione di potenza superiore a 11,08 kW: per i soli sistemi di protezione di interfaccia con dispositivo dedicato (relè di protezione esterno),
L’esito delle verifiche deve essere comunicato ai gestori di rete secondo modalità dai medesimi definite.

Per quanto riguarda le tempistiche, riassumiamo in questo elenco le date entro cui effettuare le prime verifiche successive all’entrata in vigore della Deliberazione 785/2016: 

Impianti entrati in esercizio fino al 31 dicembre 2009 - entro l’ultima data tra: 

  1. 30 settembre 2017  
  2. 5 anni dalla precedente verifica documentata

Impianti entrati in esercizio dal 1° gennaio 2010 fino al 30 giugno 2012 - entro l’ultima data tra: 

  1. il 31 dicembre 2017  
  2. 5 anni dalla precedente verifica documentata

Impianti entrati in esercizio dal 1° luglio 2012 fino al 31 Luglio 2016 - entro l’ultima data tra: 

  1. il 31 marzo 2018  
  2. 5 anni dalla data di entrata in esercizio  
  3. 5 anni dalla precedente verifica documentata

Impianti entrati in esercizio dal 1° agosto 2016: entro 5 anni dalla data di entrata in esercizio.

Nel caso di mancata effettuazione di tali verifiche, il gestore di rete, nel corso del primo mese successivo alla scadenza, invia un sollecito a provvedere e se entro un mese dal ricevimento di tale sollecito i soggetti interessati non hanno adempiuto, né da comunicazione al GSE per la sospensione dell’erogazione degli incentivi. Sospensione che cessa dopo l’effettuazione e comunicazione delle verifiche.

La Delibera ha inoltre confermato sia le tempistiche, prevedendo al 1 luglio 2017 l'entrata in vigore della nuova edizione della Norma CEI 0-21, sia l'applicazione delle prescrizioni relative agli inverter e ai sistemi di protezione di interfaccia e l'estensione del campo di applicazione delle disposizioni previste per gli utenti attivi anche agli impianti di produzione con potenza nominale inferiore a 1 kW (richiedendo al CEI una semplificazione per gli impianti di piccolissima taglia).

Ha inoltre esplicitato che, nel caso di richieste di connessione presentate fino al 30 giugno 2017, è comunque possibile applicare, su istanza del richiedente, le disposizioni previste dalla nuova edizione della Norma CEI 0-21, qualora i dispositivi e/o sistemi di accumulo degli impianti di produzione siano conformi e certificati secondo le disposizioni della nuova edizione della Norma CEI 0-21.

Rimandiamo gli interessati alla lettura della delibera, che è presente sul sito www.autorita.energia.it per ulteriori dettagli.