Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Bando ISI INAIL 2018

L’lNAIL stanzia quasi 370 milioni di euro per interventi in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro. Domande online dall’11 aprile al 30 maggio 2019.

È stato pubblicato il Bando ISI INAIL 2018 relativo a “finanziamenti alle imprese per interventi in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro”. Di seguito si riportano i punti salienti dell’iniziativa.

1. OBIETTIVO

Incentivare le imprese a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Sono previste 5 tipologie di progetto:

  1. Progetti di investimento (180 milioni di euro) e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (2 milioni di euro);
  2. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi – MMC (45 milioni di euro)
  3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (circa 100 milioni di euro);
  4. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della pesca e del settore tessile/articoli in pelle/calzature (10 milioni di Euro).
  5. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore dell’agricoltura primaria (35 milioni di Euro).

2. AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

A livello nazionale sono stati stanziati circa 370 milioni di euro.
L’incentivo è costituito da un contributo in conto capitale nella misura del 65% dei costi del progetto.
Per i progetti 1,2 e 3 il contributo massimo è pari a 130.000 euro, quello minimo a 5.000 euro (non esiste soglia minima per i progetti di adozione di modelli organizzativi presentati da imprese fino a 50 dipendenti). Per i progetti di tipo 4 il contributo massimo è pari a 50.000 euro, quello minimo 2.000 euro.
I progetti che comportano contributi superiori a 30.000 euro possono ricevere un’anticipazione del 50%.

3. DESTINATARI

Per i progetti 1,2,3 sono destinatarie le imprese, anche individuali, iscritte alla CCIAA ed in regola con gli obblighi contributivi (ad esclusione delle imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria e delle imprese destinatarie dei progetti di tipo 4).
Per i progetti di tipo 4 sono destinatarie le micro e piccole imprese, anche individuali, con i codici ATECO A03.1 (pesca), C13 (industrie tessili), C14 (confezione di articoli in pelle e pelliccia), C15 (confezione di articoli in pelle e simili):

4. MODALITÀ E TEMPI

Le imprese avranno a disposizione il periodo dall’11 aprile al 30 maggio 2019 per compilare la domanda online. Raggiunta la soglia minima potranno accedere alla procedura informatica per ottenere il codice identificativo utile alla partecipazione al click-day. Le imprese collocatesi in posizione utile saranno ammesse, qualora risultate idonee, a contributo.
Per informazioni: www.inail.it