Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Azione risarcitoria contro i produttori di veicoli industriali

Confartigianato avvia un'azione collettiva per aiutare i propri associati

Il 19 luglio 2016 la Commissione Europea ha sanzionato i costruttori di veicoli industriali Volvo/Renault, Man, Daimler/Mercedes, Iveco, DAF e Scania per aver partecipato, nel periodo gennaio 1997/ gennaio 2011, ad un accordo di “cartello” per maggiorare i prezzi di vendita degli autocarri.

Confartigianato Trasporti, unitamente ad altre associazioni, è scesa in campo per aiutare i propri associati ad essere risarciti dal danno da sovrapprezzo causato dal cartello dei produttori.

Pertanto, le imprese che avessero acquistato nel periodo indicato autocarri di tali marche e di peso superiore alle 6 tonnellate (sia in conto terzi che conto proprio), possono partecipare a questa azione risarcitoria per il sovrapprezzo pagato. 

L’azione verrà portata avanti dalla Fondazione Stichting Trucks Cartel Compensation, davanti al tribunale di Amsterdam, sollevando le imprese dagli oneri che ne deriveranno. Solo nel momento in cui l’azione dovesse andare a buon fine le eventuali spese saranno detratte dalle somme recuperate. 

Qualora l’iniziativa non dovesse avere esito positivo, nessun costo sarà imputabile alle imprese aderenti.

Per aderire o per maggiori informazioni contattare l’ufficio trasporti di Confartigianato Imprese Udine, 0432 516737 e-mail: abianchi@uaf.it