Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Il Ricamificio - Forni di Sopra

Un piccolo laboratorio dove il ricamo diventa creatività contemporanea

“Il Ricamificio è nato da una specifica necessità, quella di reinventarci”. Inizia così il racconto di Mirko Coradazzi che, assieme alla moglie e alle tre figlie, gestisce un laboratorio creativo a Forni di Sopra dedito soprattutto al ricamo e alla realizzazione di pezzi unici, lontani anni luce dall'omologazione e dalla produzione di massa.

Per molti anni la famiglia Coradazzi ha condotto - sempre nel grazioso paesino accoccolato tra le Dolomiti Friulane - un’occhialeria con dieci dipendenti che nel 2003 ha chiuso i battenti a causa della forte crisi che ha colpito il settore.

Da qui la necessità e la voglia di cimentarsi in un ambito completamente diverso, facendo proprio il caro e vecchio detto ‘di necessità virtù’.

“Ci siamo rimboccati subito le maniche - spiega Mirko – e siamo partiti nel 2004 sperimentando con una macchina da ricamo casalinga e realizzando semplici souvenir e complementi tessili che vendevamo in un piccolo spaccio allestito nel centro di Forni di Sopra”.

Con il tempo il laboratorio è cresciuto, ed oggi occupa interamente lo spazio un tempo dedicato alla produzione degli occhiali. Si è così trasformato nel regno del disordine fantasioso, pieno di stoffe, nastri, bottoni e fili colorati, ma anche di attrezzi da falegnameria, barattoli di colore, attrezzatura di montagna: un porto sicuro per coloro che vogliono respirare un po’ di aria creativa e rilassata!

Il team affiatato e coeso è la vera forza del Ricamificio. Mirko, benché sia il titolare, spesso è costretto a chiudere un occhio e sottostare alla legge della maggioranza. Circondato da 4 donne e una gatta, si arma di calma e pazienza. Sabi, la moglie di Mirko, è la mente creativa e la mano operativa del laboratorio. Sotto il suo comando le macchine da cucire non hanno tregua.
Infine ci sono le figlie: Liala, Selli e Molli che collaborano attivamente per la crescita dell’azienda. Ognuna con una formazione diversa alle spalle e una specifica competenza da mettere in campo, dà il proprio contributo, pur sviluppando anche delle attività parallele.

Tutto il team lavora per un obiettivo comune: la creazione di prodotti artigianali realizzati con cura, passione e attenzione ai dettagli. La gamma di articoli è davvero ampia: biancheria per la casa, accessori, decorazioni, oggettistica, idee regalo personalizzate e non solo. Anche il calendario delle dimostrazioni e dei corsi creativi per misurarsi con la manualità è sempre più ricco e ottiene un grande consenso dai clienti. 

Un ‘marchio’ quello del Ricamificio, che non è solo sinonimo di originalità, ma anche di attenzione per il territorio e le sue tradizioni, senza dimenticare l’aspetto più innovativo e tecnologico. “Ci avvaliamo di un vero e proprio FabLab a cielo aperto, è il nostro paese! Nell’arco di pochi chilometri, infatti, possiamo contare su artigiani che ci supportano con tagli laser, frese cnc e particolari lavorazioni con cui sperimentare nuove idee”, ci rivela con soddisfazione Mirko. 

Il Ricamificio è appunto un laboratorio dove le idee e le macchine da cucire sono sempre in movimento, che nasce dalla voglia di rifarsi di persone coraggiose e tenaci, che conoscono il senso della parola sacrificio.

D’altra parte, non potrebbe essere altrimenti perché - per usare una famosa citazione - l'unico posto dove ‘successo’ viene prima di ‘sudore’ è il dizionario!

Carta d’identità

Nome: C.A.M. di Coradazzi Azeglio Mirco
Attività: Ricamificio
Sede: Via Vittorio Veneto, 11 - Forni di Sopra (UD)
www.ilricamificio.net

Articolo tratto da Informimpresa Udine - Febbraio 2015