Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

GG Scene di Luigi Maresca - Tolmezzo

Dalla Carnia a X-Factor: è un artigiano lo scenografo del celebre talent show

Si occupa di stupire e coinvolgere il pubblico di uno dei talent show televisivi più seguiti dell’ultimo decennio. Grazie a un vero e proprio mestiere artigiano, unitamente a una spiccata sensibilità artistica ed estetica, cura l’aspetto visivo del programma X-Factor.
Stiamo parlando dello scenografo tolmezzino Luigi Maresca, che per lavoro progetta e realizza diversi allestimenti dello spazio scenico con la sua effervescente creatività.
A 37 anni è già un professionista affermato, con all’attivo numerose collaborazioni con aziende di fama internazionale. Ha lavorato per Nike, Geox, Levi’s, Diesel – solo per citarne alcune - occupandosi della progettazione e della costruzione di ambientazioni e di complementi per grandi eventi e tournée.
In ambito musicale ha firmato le scenografie per decine tra i videoclip dei più noti artisti italiani quali Gianna Nannini, Max Gazzè, Caparezza, Fabri Fibra.
Dietro a questi successi ci sono anni di studio e gavetta: Luigi, nato a Milano ma cresciuto a Tolmezzo fino all’età di 18 anni, nel 2004 si laurea in Scenografia con indirizzo cine-televisivo presso l’Accademia di Belle Arti di Brera dove può approfondire una passione nata fin dalla tenera età, quella di immaginare, progettare e costruire mondi fantastici. “Fin da piccolo – racconta Luigi - realizzavo per i miei fratelli e per gli amici ambientazioni ispirate a libri, fumetti, film, cartoon. Mi piaceva ideare e costruire nuovi oggetti, creando delle piccole scenografie per le feste”.
Dopo l’università comincia il lavoro duro, che gli permette di farsi conoscere grazie ai suoi contributi in spot pubblicitari e in film e fiction di registi italiani e stranieri.
Poi la grande svolta: nel 2010 Luca Tommasini, direttore artistico di X- Factor, gli propone una collaborazione. Insieme riescono a creare scenografie sorprendenti e atmosfere suggestive che animano le esibizioni dei nuovi talenti.
Oltre a ideare le scenografie che accompagnano le performance dei cantanti sul palco, Luigi spesso realizza concretamente (e manualmente) tutti gli elementi di scena. Ed è proprio per questo che si sente un artigiano a tutti gli effetti. “Pur facendo ormai molto lavoro di progettazione – spiega Luigi - mi confronto con la materia nei suoi molteplici aspetti. Il mio lavoro prevede di creare ciò che non esiste e alla fase progettuale occorre necessariamente accostare una fase di conoscenza della materia, per cui per me è imprescindibile il lavoro manuale, che sia su legno, polistirolo, cartongesso o qualsiasi altro materiale”.
Essere scenografo e “vestire” gli spazi dell’intrattenimento significa quindi essere un professionista versatile, in grado di occuparsi della realizzazione delle scene in ogni suo aspetto, padroneggiando diversi tipi di tecniche e materiali, avvalendosi anche di nuove tecnologie informatiche di modellazione tridimensionale. Un’idea di artigianato certamente lontana dall’immaginario collettivo, che però ha permesso a Luigi di dimostrare tutto il suo talento e aprirsi a nuove sfide.
Quali? Tra i suoi sogni il teatro, ma anche la realizzazione di un parco giochi per bambini in mezzo ai boschi. Augurandoci che decida di scegliere proprio quelli della Carnia.

Carta d’identità

Nome: GG Scene di Luigi Maresca
Attività: Progettazione e realizzazione di scenografie teatrali, cinematografiche, set pubblicitari e scenografie per eventi vari
Sede: Via Divisione Osoppo, 19 - Tolmezzo
sito internet: www.ggscene.com

Articolo tratto da I/u - Gennaio-Febbraio 2016