Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Daniel Cuello – Udine

Ha iniziato a disegnare da bambino. E non ha più smesso.

Tonalità morbide. Personaggi grotteschi. Testi graffianti.
Potremmo usare molte parole per descrivere le opere di Daniel Cuello, ma la cosa migliore e ammirarle. In tutta la loro raffinatezza.
“Da bambino disegnavo continuamente, da adulto pure” ci racconta Daniel. “Amo disegnare e mi piace raccontare, quindi faccio entrambe le cose, contemporaneamente!”.
E’ nato in Argentina 32 anni fa, ma vive a Udine da quando ne aveva 8. Dopo aver frequentato l’Istituto d’arte “Sello” e il corso Scienze e tecnologie multimediali dell'università di Udine ha proseguito il suo percorso professionale da autodidatta ispirandosi, fra gli altri, a grandi fumettisti come Quino, l’argentino “papà” di Mafalda, e il franco-canadese Guy Delisle. Poi nel 2013 ha deciso di mettersi in gioco aprendo la sua impresa e scommettendo così il tutto per tutto su se stesso.
Quello che fa riflettere è che Daniel incarna perfettamente la nuova tipologia di artigiano, pur facendo un mestiere apparentemente tradizionale. Per disegnare usa infatti la tavoletta grafica e i programmi più avanzati di elaborazione delle immagini. Per farsi conoscere in tutto il mondo usa il web e gestisce con molta competenza i social network. Mette con intelligenza la sua arte a disposizione del mondo dell’impresa, sia quando realizza illustrazioni e fumetti su commissione, sia per lavori di grafica tradizionali e digitali.
Si può sicuramente dire che rappresenta un esempio significativo della trasformazione in atto nel rapporto fra produzione e condivisione dei prodotti o servizi. Un artigiano ed artista del nuovo millennio!
In autunno uscirà il suo primo libro di illustrazioni, edito dalla Baldini & Castoldi, prestigiosa casa editrice di Milano, mentre in cantiere ci sono ulteriori progetti con un'altra importante casa editrice italiana. Un passo importante per Daniel che vuole così mettersi in gioco anche nel mondo dell’editoria tradizionale.
“Mi fa molto piacere – ci rivela – ricevere commenti sui miei lavori attraverso i social network. E’ vero che manca il contatto personale, ma è molto gratificante sapere che persone che non mi conoscono, apprezzano quello che faccio”. Quando gli chiediamo se non ha paura che le sue opere pubblicate online possano venire copiate, ci dice che per lui vale la pena correre questo rischio, anche perchè il suo stile è talmente personale e riconoscibile che sarebbe difficile appropriarsene liberamente.
E grazie ad internet sono arrivati molti contatti professionali con case editrici, aziende e privati. Un motivo di soddisfazione e visibilità per lui che si aggiunge a quelli ottenuti con le mostre a cui ha partecipato a Roma e Bologna oltre alla sua personale a Udine. Ma il suo orizzonte professionale non si limita certo ai soli confini locali o nazionali.
Quando alla fine della chiacchierata Daniel ci lascia il suo bellissimo biglietto da visita, abbiamo la conferma che essere bravi non basta. Bisogna stupire e conquistare il pubblico.
E Daniel Cuello tutto questo lo fa con eleganza ed ironia! 

Illustrazioni, fumetti, grafica
Sito www.danielcuello.com
Facebook danielcuello.com
Twitter @daniel_cuello

Articolo tratto da I/u - Luglio 2015