Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Fatturazione elettronica

Confartigianato al fianco delle imprese con uno strumento semplice ed efficace

La legge di bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica per tutte le aziende italiane.
Dal 1° gennaio 2019, e dal 1°luglio 2018 per i subappaltatori della Pubblica Amministrazione, saranno infatti emesse esclusivamente fatture elettroniche utilizzando il sistema di interscambio (Sdi).

Ma non ti preoccupare! Confartigianato ha già pensato a tutto!

Infatti potrai emettere e ricevere la fattura nel formato xml previsto, comodamente da casa utilizzando un pc, oppure in mobilità attraverso una App che l’associazione ti metterà a disposizione e per supportarti a far fronte a questo cambiamento epocale, noi penseremo a tutto il resto!
La normativa prevede infatti la possibilità di avvalersi di intermediari tecnologici per la trasmissione delle fatture elettroniche all’Agenzia delle Entrate. In questo modo le aziende, pur rimanendo responsabili del contenuto delle fatture, vengono sgravate da tutto il peso dell’operatività. Sempre attraverso gli intermediari è possibile anche gestire il flusso delle fatture passive.

COME FUNZIONA

IL CICLO ATTIVO
Per trasmettere fatture è obbligatorio utilizzare il Sistema di Interscambio (SdI), il sistema informatico dell’Agenzia delle Entrate attraverso il quale transitano le fatture elettroniche in formato XML, secondo le regole di funzionamento e di accreditamento previste.
L’introduzione dello SdI ha portato elementi di complicazione nel processo di fatturazione: dalla modalità di invio, alla gestione dei messaggi, tutte attività che devono essere gestite a norma di legge.
A ciò va aggiunto che vi sarà una notevole mole di fatture passive che, in assenza di una diversa opzione, finirà per intasare le caselle PEC dei riceventi.
Per superare questi problemi, in considerazione della possibilità concessa agli operatori economici di avvalersi di intermediari, abbiamo un sistema che semplifica la trasmissione delle fatture attive e la gestione del flusso di quelle passive.

IL CICLO PASSIVO
La gestione del flusso delle fatture passive è da sempre il passaggio più difficile in ogni processo di digitalizzazione; il sistema che abbiamo adottato consente di gestire con la stessa semplicità del ciclo attivo anche la ricezione delle fatture in una modalità simile.
Per renderlo estremamente semplice se hai già il servizio contabilità con Confartigianato, ti chiediamo di indicare il seguente codice affinché venga inserito nel file XML dal tuo fornitore:
SUBM70N
Il codice deve comparire su tutte le fatture passive che passano attraverso il nostro canale, che provvede a recapitarle sia a Confartigianato che alle imprese.

In pratica ti mettiamo a disposizione uno strumento semplice ed intuitivo per emettere e ricevere le fatture e noi penseremo a tutto il resto!

Per ricevere ulteriori informazioni chiama gli uffici di Confartigianato presenti sul territorio.