Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più, su privacy e cookie, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

La storia

Nel maggio del 1945, a pochi giorni dalla fine della guerra, un piccolo gruppo di artigiani di diversi mestieri iniziò ad incontrarsi a Udine ed a lavorare per riunire i colleghi della categoria in una libera associazione.
Quel gruppo di uomini, il 6 agosto dello stesso anno, nominò un Comitato promotore ed il giorno successivo raccolse i primi fondi finanziari costituiti da 2.650 lire formate da 53 quote di altrettanti soci. Venne così costituita l’Unione Artigiani del Friuli (ora Confartigianato Udine). Lo scopo principale dell’organizzazione era quello di fornire tutela agli interessi, sindacali e non, delle imprese artigiane associate.
Il 12 gennaio 1946, nel Salone del Castello di Udine, si tenne la prima Assemblea dei soci che elesse a presidente l’indimenticato prof. Diego Di Natale.
Successivamente, l’Unione Artigiani del Friuli aderì alla neo costituita Confartigianato nazionale, il cui scopo era quello di salvaguardare e tutelare il tessuto produttivo nazionale di matrice artigiana.
Durante il difficile periodo post-bellico prevalse la necessità di aggregare gli artigiani soprattutto per tutelarne gli interessi e costruire una serie di istituti a loro salvaguardia (distinto ordinamento giuridico, Ente di Sviluppo regionale, strumenti di mutualità, enti di autogoverno, ecc.).
Gli anni settanta, caratterizzati dalla riforma fiscale, segnarono l’avvio di un vero e proprio boom nell’offerta di una gamma crescente di servizi contabili, gestionali ed amministrativi, dapprima realizzata in proprio e successivamente delegata – come nel caso di Confartigianato Udine Servizi s.r.l. – ad apposite ed autonome strutture.
Negli anni più recenti, l’acuirsi della competitività nel mercato dei servizi gestionali ha condotto l’organizzazione alla sperimentazione ed al lancio di nuovi servizi a supporto delle PMI e degli artigiani, sempre più personalizzati e dall’alto valore aggiunto. Inoltre, l’indebolirsi di un’adesione ideale o ideologica alle associazioni di categoria ha spinto Confartigianato Udine all’assunzione di nuove responsabilità: dalla tutela e rappresentanza degli interessi, l’organizzazione è passata alla promozione delle occasioni di sviluppo economico ed al contempo sociale degli imprenditori associati e delle loro aziende.
Oggi Confartigianato Udine si propone come partner delle aziende, con cui condividere le opportunità di crescita a 360°. L’Associazione svolge un ruolo sempre più attivo, propositivo e di stimolo, accompagnando le imprese aderenti verso nuovi traguardi, suggerendo le migliori strategie, favorendo le aggregazioni e più in generale stimolando una crescita culturale da condividere con l’Associazione stessa.